Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, migliorare la tua esperienza di acquisto e fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui Cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto, come descritto nella nostra Informativa sui Cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di terze parti per mostrare e analizzare la pubblicità definita in base agli interessi. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 8 maggio 2021
A prescindere dal sistema teorico della Terapia Dialettica Comportamentale (semplicistico, sebbene ingegnoso e di una certa efficacia), il libro merita di essere letto e meditato. E' la confessione coraggiosa di una psicoterapeuta nota a livello mondiale che ammette di aver passato, da ragazza, più di due anni in clinica psichiatrica, con un disturbo borderline di personalità con gravi spunti di autolesionismo e tentativi di suicidio. Il libro è una denuncia esplicita (in tono arguto e mai opprimente) della scempiaggine della psichiatria americana di quegli anni e una dimostrazione di come le persone che soffrono siano spesso (il più delle volte) più intelligenti dei loro psichiatri. Assolutamente da leggere.
4 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,6 su 5 stelle
4,6 su 5
73 valutazioni globali