Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, migliorare la tua esperienza di acquisto e fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui Cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto, come descritto nella nostra Informativa sui Cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di terze parti per mostrare e analizzare la pubblicità definita in base agli interessi. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 7 novembre 2015
Andro' controcorrente, ma non è secondo me un libro da 4-5 stelle. (Anche se alla fine le stelle lasciano il tempo che trovano... non prendetele troppo sul serio).

Intendiamoci: è scritto bene, piacevole, scorrevole, con pennellate accurate e intriganti. Ma non è il capolavoro della letteratura da viaggio che uno potrebbe aspettarsi.

Forse quindi il punto è nelle aspettative di chi legge. Mi aspettavo di leggere un libro che raccontasse di un viaggio e che gentilmente mi accompagnasse in una terra che non conosco ma di cui sento parlare. Lo è, ma solo a tratti.
Infatti, è una collezione di appunti, storie di un viaggio, riproposte non necessariamente in ordine cronologico. Questo mi ha un po' disorientato, ma dopo il terzo o quarto racconto sono comunque entrato nello spirito e ho potuto godere di descrizioni di terre e genti lontane. Alcune sono magistrali, come quelle della città dove non regna MAI il silenzio a causa degli altoparlanti installati dal regime. Oppure quello del viaggio aereo di un aviatore che trasportava un carico speciale: un "Padrino" morto e stecchito le cui esequie dovevano svolgersi ben di là di dove risiedeva.
Ho letto il libro tenendo sempre accanto Google Maps, per capire bene dove i fatti avvenivano; mi ha aiutato un po' a inquadrare movimenti e distanze, ma come detto tenete conto che non c'è un ordine cronologico tra le varie parti.

E' un libro piacevole, non c'è dubbio. Si legge agilmente (Sepùlveda, e il suo traduttore, sono magistrali); pero' non (mi) graffia.
8 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,3 su 5 stelle
4,3 su 5
272 valutazioni globali