Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, per migliorare le tue esperienze di acquisto e per fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto nei negozi Amazon come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di prima parte e di terze parti che memorizzano o accedono a informazioni standard del dispositivo, come l’identificatore univoco. I terzi utilizzano i cookie per le loro finalità di mostrare e analizzare la pubblicità personalizzata, generare informazioni sui destinatari e sviluppare e migliorare i prodotti. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento visitando la pagina sulle Preferenze cookie, come descritto nell'Informativa sui cookie. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità per cui Amazon utilizza i dati personali (come, ad esempio, la cronologia degli ordini dei negozi Amazon), consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia 🇮🇹 il 10 luglio 2021
La peggiore pasta dalla peggiore azienda del made in Italy.
Barilla e Mulino Bianco per chi non lo sapesse sono la stessa cosa, dietro le incessanti pubblicità televisive abbiamo un azienda che utilizza da decenni i peggiori grani contaminati dalla Russia. Le qualità organolettiche di questi prodotti possono essere apprezzate solo da turisti americani o giapponesi...
Tutto è investito in pubblicità e diffusione a larga scala dei loro prodotti (li trovate dappertutto e sempre in evidenza nei market online, data la bassa qualità offrono al rivenditore il ricarico maggiore...) e niente sulla qualità dei prodotti.
Quando fu il disastro di chernobyl seppi con certezza da un addetto all'import/export del grano che Barilla-Mulino Bianco nonostante il fatto utilizzava grano radioattivo importato dalla Russia.
Certo le pubblicità in tv coi mulini e i prati verdi sono ammalianti da vedere ma facciamoci qualche domanda su cosa mettiamo nel nostro piatto.
Una persona l'ha trovato utile
Segnala un abuso Link permanente