Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, migliorare la tua esperienza di acquisto e fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui Cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto, come descritto nella nostra Informativa sui Cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di terze parti per mostrare e analizzare la pubblicità definita in base agli interessi. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 24 marzo 2020
Fiore di Ibisco e Piedi Puzzolenti: bastano i loro soprannomi a farci intuire che i due protagonisti di questo racconto (e del precedente, “E’ tempo di partire”) non potrebbero essere più diversi.

Li abbiamo conosciuti, appunto, nel primo racconto, di cui il secondo riprende il ritmo serrato e il tono leggero e divertito.
Lei bellissima e virtuosissima, tanto versata nelle arti marziali quanto ingenua – soprattutto nella prima avventura – nell’affrontare la vita e i suoi imprevisti: lui anzianotto più che adulto, brutto, sporco e volgare, maschilista ma rispettoso, sempliciotto però scaltro, ricco del buonsenso pratico che a lei difetta.
Si incontrano per caso, si respingono ma presto scoprono di aver bisogno l’uno dell’altra, e affrontano superandole mille peripezie grazie a un’amicizia che sembra la perfetta dimostrazione dell’attrazione tra gli opposti.

Arrivati nella capitale, si erano lasciati per andare incontro ai rispettivi destini: e ora, in “E’ tempo di tornare”, li ritroviamo proprio a Pechino.
Spesso, anche in altri racconti di Shanmei, sembra che i personaggi non possano sfuggire a ciò che il fato (magari travestito da convenzioni sociali o estrazione familiare) ha scelto per loro, e anche stavolta sembra che sia accaduto: Fiore di Ibisco, ancora più affascinante e virtuosa, è diventata la migliore allieva della scuola di arti marziali, mentre Piedi Puzzolenti si è inabissato nella povertà e nell’ubriachezza, ed è poco più di un relitto d’uomo.

Però, e anche questo ricorre nei racconti di Shanmei, ci sono doti e sentimenti umani (qui l’amicizia, l’onestà e la forza di volontà: altre volte, la scaltrezza, l’intelligenza, la conoscenza), che permettono di cambiare il corso del destino, magari migliorandolo e neutralizzando le trappole dei nemici.
E così, nel secondo racconto che li vede protagonisti, l’alleanza tra i due amici, nonostante ostacoli e malattie, permette loro di evitare gli inganni e le minacce dei nemici: e, pur in un testo così agile e breve, la favola dei suoi due “piccoli” personaggi offre a Shanmei un’occasione per raccontare una vittoria del Bene nella sua eterna guerra contro il Male.
Una persona l'ha trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,6 su 5 stelle
4,6 su 5
3 valutazioni globali
5 stelle
63%
4 stelle
37%
3 stelle 0% (0%) 0%
2 stelle 0% (0%) 0%
1 stella 0% (0%) 0%