Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, per migliorare le tue esperienze di acquisto e per fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto nei negozi Amazon come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di prima parte e di terze parti che memorizzano o accedono a informazioni standard del dispositivo, come l’identificatore univoco. I terzi utilizzano i cookie per le loro finalità di mostrare e analizzare la pubblicità personalizzata, generare informazioni sui destinatari e sviluppare e migliorare i prodotti. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento visitando la pagina sulle Preferenze cookie, come descritto nell'Informativa sui cookie. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità per cui Amazon utilizza i dati personali (come, ad esempio, la cronologia degli ordini dei negozi Amazon), consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia 🇮🇹 il 11 agosto 2015
Se non fosse per i volumi dal 4 al 7, avrei dato 4 stelle, forse persino 5, alla saga della fortunata scrittrice inglese.
Al terzo libro darei senza dubbio 5 stelle, ossia “eccellente”! E ai primi darei 4 stelle.
Il primo libro introduce, con grande sagacia e creatività, il mondo di Harry Potter, il carattere del personaggio, la sua storia, i suoi amici e mentori, i suoi nemici e gli ambienti. Il tutto con lo humor tipicamente inglese, talvolta con un pizzico di comicità che lo rende veramente godibile.
Il secondo libro distende l’esperienza all’interno della scuola di Hogwarts, i suoi personaggi loschi, bizzarri e affascinanti, il fantasmagorico gioco del Quidditch.
Il terzo, con una geniale trama, ci addentra nei meccanismi più fantasiosi e coinvolgenti del mondo di Harry Potter. L’ho letto con avidità e grande piacere.
Dal quarto libro la Rowling, ormai affermata e arricchitasi a dismisura, ha accettato i diktat dell’editore, che le ha evidentemente imposto il passaggio dalle 350-400 pagine dei primi tre volumi (dimensioni ideali per il tipo di racconto) alle 650-700 pagine standard dei best-seller di narrativa anglosassone.
Ciò ha costretto la scrittrice ad allungare terribilmente il brodo, ripetendosi vieppiù con le situazioni scabrose, buie, pesanti, al limite dell’horror.
Ecco perché l’ho definita un’ esperienza “parabolica”: dapprima un crescendo di piacere e soddisfazione, poi un lento ma inesorabile declino di qualità.
Purtroppo, seppur il quarto volume ha retto gli argini (3 stelle), il quinto e il sesto sono diventati pesanti come le mie palpebre, mentre li leggevo (2 stelle ciascuno) .
Il settimo, l’ultimo (1 stella), l’ho iniziato ma non ce l’ho fatta a finirlo. Mi aveva proprio rotto le … palpebre!
3 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente