Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili per migliorare la tua esperienza di acquisto, per fornire i nostri servizi, per capire come i nostri clienti li utilizzano in modo da poterli migliorare e per visualizzare annunci pubblicitari, anche in baseai tuoi interessi. Anche terzi autorizzati utilizzano queste tecnologie in relazione alla nostra visualizzazione di annunci pubblicitari. Se non intendi accettare tutti i cookie o vorresti saperne di più su come utilizziamo i cookie, seleziona "Personalizza i cookie"

Personalizza i cookie

Recensione cliente

I PRIMI 50 RECENSORI
Recensito in Italia il 11 dicembre 2020
Sono rimasto davvero stupito dal nuovo MacBook Air con M1. Un tempo non molto lontano questo era il portatile più interessante del mercato poiché offriva prestazioni pari al Pro 13" ma con minor peso e minori consumi. Poi è rimasto indietro per mancanza di aggiornamenti ed è ritornato nel 2018 ma in una veste non molto riuscita. Infatti i processori utilizzati avevano prestazioni decenti ma erano pesantemente castrati dall'eccesso di calore ed andavano in crisi anche con operazioni banali. Pure il modello 2020 con Intel, che era migliorato molto, era comunque afflitto da questo problema.

Con il passaggio ad Apple Silicon e l'arrivo del primo chip per computer realizzato da Apple, la musica cambia. Qui abbiamo un SoC (che include CPU, GPU, RAM ed altri componenti) che consuma meno e soprattutto non scalda. Tant'è che Apple ha tolto completamente l'unica ventola presente e comunque non si arriva a subire molto la temperatura. Per cui abbiamo un computer che passa da rumoroso a completamente silenzioso ma soffre di meno sotto carico e consuma quasi la metà. Eccezionale. Per giunta le prestazioni non sono solo migliori del vecchio Air anche con i7 ma supera persino quelle del Pro 13" Intel 4 porte con i7 più carrozzato che è ancora in vendita.

Io ho preso il modello base di Air che ha la GPU con 7-core ma ho anche provato il Mac mini e il MacBook Pro con M1 che hanno la GPU ad 8-core (che si trova anche nel modello di Air con 512GB di disco). Devo dire che le differenze sono davvero minime nell'uso concreto e giusto con i benchmark si vede qualche differenza. Per cui questo core in meno (che poi è solo bloccato per la comune pratica del binning) non lo ritengo un deterrente nella scelta del modello base. Il Mac mini e il Pro 13" nuovo hanno sostanzialmente lo stesso SoC ma con areazione attiva, cioè c'è una ventola che viaggia per lo più sui 1600/1700 giri (quindi si sente pochissimo) ma consente di portare un po' più in alto le prestazioni reggendo un carico più continuativo. Comunque anche lì, sono differenze che vengono fuori nei benchmark e nelle operazioni più lunghe, però non aspettatevi che il Pro vada sostanzialmente più veloce. Tutto questo per dirvi che ad oggi l'Air è il più interessante tra i Mac con M1 dato che ci dà sostanzialmente la stessa esperienza d'uso ma costa di meno e non ha nessuna parte mobile. Tra l'altro ora l'Air ha anche lo schermo con copertura P3 come il Pro, cosa che prima li differenziava.

Questione RAM va detto che qui non dovete pensarla come sui computer x86-64. La memoria unificata segue logiche differenti di distribuzione ed è più veloce, aiutata anche da i nuovi dischi che nelle versioni da 512GB arrivano a toccare i 3GB/s (un po' meno in quelli da 256GB). Comunque questi 8GB sono gestiti in modo così fluido da non sentire mai il computer in sofferenza, anche con attività complesse come con file di più di 1GB su Photoshop. A quanto si è visto finora con i 16GB si è un po' più veloci in operazioni di lunga durata ma per il 90% degli utenti 8GB andranno benone.

La batteria dura anche 3h se eseguite un test che porta sia la CPU che la GPU al 100%, ma nell'uso normale intensivo non si va sotto le 6h e se si usa più leggermente o con pause, si ha la sensazione che la percentuale scenda davvero poco. Non esagero se vi dico che l'ho usato lavorativamente per 3gg senza caricarlo con circa 4 al giorno. E quando lo riprendi è sempre pronto.

La velocità operativa offerta dalla CPU è stratosferica, e non esagero. Siamo praticamente sopra il MacBook Pro 16" con i9. Si possono però gestire meno thread visto che qui abbiamo 8 core di cui solo 4 sono ad alte prestazioni. Questo vuol dire che con operazioni che sfruttano a tappo il multi-threading dei processori Intel da 8-core/16-thread possono essere più veloci. Ma qui parliamo di una macchina entry-level che ha più che raddoppiato le sue prestazioni e che con l'aiuto della nuova GPU (che va anche oltre il raddoppio rispetto la precedente) riesce a svolgere compiti che prima erano impensabili per un Air, come il montaggio video in 4K.

Ma c'è un però ed è il software. Le applicazioni native e tutte quelle professionali di Apple sono già native per ARM e vanno una scheggia, tutte le altre girano tramite Rosetta 2 e alcune non vanno neanche così. VI consiglio di controllare le app che usate sul sito isapplesiliconready punto com. Rosetta 2 fa da interprete e funziona anche benone se si considera che rende possibile sfruttare circa i 2/3 delle performance totali, che dunque rimangono superiori a quelle top precedenti anche sotto emulazione. Però alcuni software non vanno benissimo (ho qualche problema con illustrator) altri sì (adobe audition e lightroom sono eccellenti sotto rosetta). Quindi va visto caso per caso ma va detto che le conversioni stanno andando a ritmo velocissimo e ci sono già moltissime app native di terze parti e tante hanno annunciato lo sviluppo. Chiaramente per quelle più pesanti come Premiere Pro o After Effects c'è da aspettare questa conversione in quanto ho provato Premiere e va meglio che sul vecchio Air ma non ci si può lavorare bene e va forse ad 1/5 se non meno rispetto a Final Cut Pro X. Va anche discretamente bene Da Vinci Resolve 17 che è nativo ma più per la color, un montaggio completo non lo regge benissimo. Sul 3D so che alcuni software ancora non vanno neanche tramite rosetta, alcune piattaforme di sviluppo come android studio hanno attualmente problemi e matlab gira ma non benissimo, ogni tanto si blocca. Sono solo alcuni esempi giusto per capire che la situazione presenta alti e bassi con i picchi migliori sulle app native (comprese quelle della suite Affinity, Pixelmator ed altre) e i picchi più bassi su quelle Intel che sono pure pesanti. Quindi se ad oggi vi serve un'app che non è nativa aspettate. Così come per chi ha bisogno di Windows dal momento che non c'è boot camp (almeno per ora) e non si può virtualizzare l'architettura diversa, quindi si può si virtualizzare Windows ma la versione ARM al momento. Lo si fa con ottime prestazioni ma poi c'è anche lì il limite delle app. Certo si può anche emulare, con Dosbox ad esempio si fa girare Windows 7 a 32-bit) ma poi l'uso reale in produttività è comunque sconsigliato per ora, perché comunque sono impieghi non ufficiali e senza un vero supporto. Segnalo anche Crossover 20 che fa eseguire alcune app di Windows x86 ma non tutte.

Sul fronte giochi la questione è semplice: la GPU qui spinge in modo esagerato per una integrata, diciamo il doppio della Intel iris Plus G7 se non di più. Però non siamo ancora a livello di una GPU discreta come quelle che troviamo su MacBook Pro 16". Sempre ottima per un ultrabook ma ovviamente giocate solo ai titoli di apple arcade o quelli ottimizzati, mentre con Steam e simili e con giochi ancora x86 si fatica moltissimo (shadow of the tomb rider fa circa 25fps).

Il succo è: questa macchina è rinata, ci lavorate anche in ambito produttivo in modo assolutamente ottimo e con velocità impensabili... finché si usano le app Apple e quelle native per Apple Silicon. Quindi controllate bene questo aspetto prima di acquistare perché se no potreste avere prestazioni comunque superiori al più potente Air precedente ma non stupefacenti come quelle che si hanno con il software nativo.

Spero sia tutto chiaro!
449 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,8 su 5 stelle
4,8 su 5
680 valutazioni globali