Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, migliorare la tua esperienza di acquisto e fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui Cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto, come descritto nella nostra Informativa sui Cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di terze parti per mostrare e analizzare la pubblicità definita in base agli interessi. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 20 novembre 2019
Libro che si legge in poco tempo, piccolo ma pesantissimo.
Umberto Eco, in un'epoca non sospetta, prevede molti comportamenti che oggi sono diventati quotidianità, per alcuni normalità.
Prevede guardando al passato, un lento male che arriva silenzioso, subdolo, leggero, e, prima che qualcuno se ne renda conto, è già lì, e bisogna fare i conti con esso, con una banalità della malignità che mette i brividi, apre gli occhi con forza, quasi con violenza, e ci costringe a guardare una realtà in cui ci rendiamo conto che la "sicurezza", la libertà, tutti i diritti, non sono lì per rimanere, sono fragili, in un soffio di vento sono già via se non lottiamo per proteggerli, per mantenerli.
Se non ricordiamo ogni giorno che non bisogna dare nulla per scontato.
14 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,6 su 5 stelle
4,6 su 5
784 valutazioni globali